Novità fresche e profumate

Lasciati ispirare: ecco una selezione delle nostre idee di bello e naturale create per renderti felice.

Gli esperimenti Green

20 marzo 2020
Attività n. 1: Come respirano le piante?

Cosa serve:
• Una foglia bella larga
• Una ciotola d’acqua

Procedimento:
Cercare una bella foglia grande e una volta trovata immergerla in una ciotola, meglio se trasparente, piena d'acqua.
Ti consigliamo di rimuovere una foglia da un albero o una pianta e non solo raccoglierne una da terra, poiché vogliamo una foglia "attiva" per il progetto.
Ps: Procurati anche un sasso di medie dimensioni.
Posiziona la foglia nella ciotola d'acqua e mettici sopra un sasso in modo che la foglia stia completamente immersa nell'acqua

Mettere la ciotola in un luogo soleggiato (fuori, o su un balcone, o su di un tavolo dove batte il sole)

ATTENDERE! Ora è necessario aspettare qualche ora!


Dopo qualche ora quello che dovresti vedere sono piccole bolle che si formano attorno alla foglia e ai bordi della ciotola.
Questi sono facili da vedere ad occhio nudo ma se avete una lente d'ingrandimento a portata di mano tanto meglio.
Spiegare la fotosintesi e la respirazione in piante e alberi
Chiedi ai bambini cosa accadrebbe se trattenessero il respiro, se si immergessero sott'acqua nella piscina e poi buttassero fuori aria: vedrebbero bolle che salgono nell'acqua.
Ecco cosa stanno vedendo qui: la foglia sta ancora usando la luce solare come parte del processo di fotosintesi (dove le foglie convertono la luce solare in energia).
Quando una foglia crea quell'energia, deve liberarsi di ciò di cui non ha più bisogno, così espellerà sia l'ossigeno in eccesso durante la fotosistesi che l'acqua (il rilascio di acqua da una pianta si chiama traspirazione).
Il processo di fotosintesi è ciò che ci consente di vedere le bolle - poiché la foglia rilascia il suo 'ossigeno extra mentre è immersa, l'ossigeno può essere visto come bolle nell'acqua.
E poiché l'ossigeno è più leggero dell'acqua, le bolle alla fine saliranno in superficie.
Ora un albero o una pianta respira come noi (umani)? No! Una pianta, un albero o una foglia non ha polmoni o sistema respiratorio.
Ma è un organismo vivente proprio come noi! Prende aria attraverso i loro stomi (minuscole aperture sulle foglie).
Un essere umano aspira aria con l'ossigeno e espirando rilascia anidride carbonica. Le piante assorbono anidride carbonica dall'aria e rilasciano ossigeno quando si verificano fotosintesi e respirazione.
Quindi il gioco è fatto: puoi dire ai bambini che stanno "vedendo l'invisibile" perché quando le foglie sono sull'albero, non puoi davvero vedere il processo di fotosintesi nelle foglie.

Attività n. 2: Ricalchiamo le foglie!

Poiché questo progetto è in parte arte e in parte scienza, ci sono alcuni obiettivi che abbiamo quando creiamo sfregamenti o tracciati fogliari.
Obiettivo artistico: utilizzare una varietà di tipi di carta (carta oleata, carta da lucido, carta pergamena) ed esplorare diversi mezzi (pastello, pastelli ad olio, matite colorate, colori a cera) durante la creazione di stampe a foglia.
Obiettivo scientifico: apprendere la struttura di base di una foglia, etichettare le varie parti e comprenderne la funzione.

Cosa serve:
• Le foglie! quelli più grandi sono buoni e una varietà di forme produrrà dei buoni risultati!
• Vari tipi di carta: Carta da lucido (da forno), Pergamena, Foglio di alluminio
• Colori: Pastelli, Matite colorate.

Procedimento:
Posiziona la foglia sul foglio, oppure tra due fogli (per tenerla più ferma)
Copri la foglia con ogni tipo di carta che stai utilizzando per l'attività. Usa lentamente ogni tipo di colore (pastelli, matite colorate e pastelli ad olio) e strofinalo sulla parte superiore della carta per vedere il contorno e i dettagli della foglia
Sentiti libero di mescolare e abbinare diverse foglie, colori e tipi di carta.
Mentre crei le stampe delle foglie, parla con i tuoi figli delle varie parti e funzioni di una foglia.


Attività n. 3: Coloriamo sedano e margherite!

Cosa serve:
• Due gambi di sedano (meglio se con foglie sulla punta) e qualche margherita
• Acqua
• Vasetti o bicchieri in vetro
• Colorante per alimenti (se avete sciroppi alimentari come lo sciroppo alla menta o alla fragola vanno ugualmente bene, noi abbiamo utilizzato un cucchiaino di Alchermes!)

Procedimento:
Riempite d’acqua per metà uno-due o più vasetti o bicchierini in vetro. Versiamo in ogni vasetto qualche goccia di colorante alimentare (anche di colori diversi), oppure un cucchiaio di sciroppo colorato, mischiamo e rendiamo uniforme il colore.
Mettiamo a bagno una costa di sedano in ogni barattolo, oppure qualche margherita per vasetto. Ora attendiamo 24 ore.
Dopo 1 giorno le foglioline del sedano compaiono colorate leggermente, ma proviamo ad aprirlo lungo la costa: i piccoli canali di rifornimento della linfa appaiono totalmente colorati!! Sappiamo quindi che la linfa viene assorbita dalle radici, e che attraverso dei tubicini passa per il tronco e arriva fino alle foglie delle piante. Grazie al nostro esperimento i tubicini si vedono benissimo, vero?!?
La stessa cosa si può provare con le margherite, già dopo qualche ora avranno i petali colorati, con meno evidenza rispetto al sedano, ma anche nelle margherite i microcanali interni al gambo portano l’acqua -e il colore- in cima al fiore.

Buon divertimento!